About me

Ho 28 anni e vivo in provincia di Treviso.
Il mio percorso di studi mi ha portato ad avere due diplomi: uno in ambito edile territoriale e uno a pieni voti in enogastronomia.
Nel mio percorso formativo e lavorativo ho avuto modo di mettermi alla prova in molteplici contesti.

Grazie a un tirocinio in pasticceria ho avuto la possibilità di imparare a preparare impasti base quali la pasta sfoglia, la pasta frolla, la pasta da croissant, la pasta choux, le creme… nonché a realizzare piccole decorazioni e a disporre i pasticcini per poi presentare i vassoi ai clienti.
La pasticceria racchiude un mondo che non è fatto solamente di zucchero, uova e farina. Ogni dettaglio è importante, dalla pesatura dei grammi alla posizione della decorazione finale. Semplicità e ricercatezza si fondono per dar vita a un prodotto che conquisti gli occhi e risvegli il palato.
Se dovessi dire qual è la professione più bella del mondo, direi sicuramente il pasticciere.

Dal 2012 al 2016 ho prestato servizio come cuoco/pizzaiolo.
Ho iniziato come aiuto in cucina dove ho appreso le tecniche di preparazione di tutti gli ingredienti di linea, i metodi di stoccaggio e di conservazione.
In un ambiente ristorativo è fondamentale che ogni passaggio venga svolto nella massima sicurezza e igiene. Le materie prime devono essere trattate a dovere per impedire proliferazioni batteriche e contaminazioni di qualsiasi tipo.
Il mio ruolo in cucina, insieme alle preparazioni di linea, prevedeva anche l’aggiunta degli ingredienti dopo cottura prestando altresì attenzione alla presentazione finale. Questo processo è il più delicato in quanto è quello che precede il momento in cui il prodotto viene visto e consumato. Il rispetto delle norme igieniche e un buon senso estetico sono indispensabili.

Lavorando in prima linea, ho appurato che la quantità degli ingredienti e il modo in cui vengono posizionati influenza tantissimo non solo l’aspetto, ma anche il sapore finale.
Ho avuto più volte la soddisfazione di ricevere apprezzamenti (dai clienti) per la cura con cui effettuavo queste operazioni.
Grazie alla fiducia del titolare nelle mie capacità, ho avuto la possibilità di esprimere la mia creatività e la mia fantasia nell’inventare e proporre nuove combinazioni di ingredienti creando così sapori particolari e ricercati.

Occupandomi della cottura e della gestione dei forni, avevo la piena responsabilità della preparazione vera e propria. Manualità, delicatezza, controllo dei tempi e velocità sono un must nello svolgimento di questa mansione.
Conoscere e ricordare i gusti di ogni cliente rende possibile consigliare per il meglio ed effettuare una cottura ad hoc.

Effettuando ogni operazione a vista, ho avuto modo di imparare quali sono le situazioni che possono mettere in difficoltà e come queste vengono recepite e vissute dai clienti.
Ho così appreso come evitarle e come eventualmente camuffarle per far sì che l’esperienza di chi osserva sia il più serena e piacevole possibile, senza stress di alcun tipo.
Esistono molti fattori che influenzano l’esperienza del cliente e che vanno bel oltre il semplice senso del gusto. Olfatto, vista e perfino udito creano degli stimoli che differenziano un prodotto/servizio riuscito da uno che non verrà mai ricordato. Conoscerli e sfruttarli rappresenta un bel vantaggio.

Nella gestione della cassa, mi occupavo di prendere le ordinazioni, organizzare le tempistiche, consigliare i clienti, andare incontro alle loro esigenze, fornire risposte esaustive alle eventuali domande, ricevere pagamenti, far sentire tutti a proprio agio.
L’atteggiamento del personale è importantissimo. Il modo in cui il cliente viene trattato influenzerà il ricordo che gli rimane dell’esperienza e, di conseguenza, la sua propensione a tornare.

L’amore per la cucina ha sempre accompagnato la mia vita, sia per necessità che per passione. Cucino ogni giorno, adoro sperimentare, sorprendermi e sorprendere i miei ospiti. Trovo gratificante provare piatti differenti, etnici, particolari.
Adoro le spezie, le erbe aromatiche… ma soprattutto amo i dolci. Difatti l’esperienza in pasticceria è stata quella che, in breve tempo, mi ha lasciato di più.
Mi piace aggiornarmi, studiare, cimentarmi nella realizzazione di pietanze mai provate, elaborare idee innovative, talvolta rivoluzionarie.
Curo un blog in cui pubblico articoli informativi e una pagina Instagram in cui condivido alcuni dei piatti che preparo nella mia cucina.